Montemarciano – Falconara [0:0]

Punto amarissimo per il Monte che impatta per 0 a 0 con il Falconara. Dopo un primo tempo in cui il Monte fatica un po a trovare le misure e si rende pericoloso solo con un mezza rovesciata di Tuzi respinta da Caruso e con una sponda di Amadei per Rossetti, il cui tiro, da buona posizione, viene ribattuto da un difensore. Nella ripresa i biancoazzurri prendono in mano la partita ed iniziano l’assedio alla porta di Caruso. Al 50′ Latini parte in velocità, e nonostante le vistose trattenute in area di Formica R., tira, ma la palla è facile presa del portiere. Al 52′ inizia il momento stregato per il Monte: Tuzi viene steso in aria, l’arbitro lascia proseguire, nel batti e ribatti la palla arriva a Rossetti che tira, ma Caruso compie un autentico miracolo respingendo; la palla finisce a Tuzi, il cui tiro incoccia sul palo interno, percorre tutta la riga di porta ed esce incredibilmente. Un minuto dopo dagli sviluppi di un angolo, Tuzi calcia in porta ma Caruso compie un altro miracolo, salvando ancora il Falconara. L’azione successiva il Monte colpisce un altro palo. Ancora Latini va vicino al gol un un colpo di tacco al volo. I biancoazzuri spingono al massimo fino all’ultimo minuto, chiudendo nella propia aria il Falconara, ma sbattono sull’ostruzionismo e le perdite di tempo degli avversari.
Purtroppo questa è la dura legge del calcio, non basta dominare le partite, bisogna buttarla dentro.

Montemarciano: Benni, Sorana R., Bordoni (78′ Cimadamore), Sorana G., Garoffolo, Ippoliti, Gianfelici, Carra (83’Merico), Tuzi, Rossetti, Amadei (46′ Latini).
A disposizione: Fossi, Tomassini, Cardinali, Romagnoli.
All. Profili

Falconara: Caruso, Grilli, Cola, Pelonara (79′ Turchi), Formica R., Perugini, Prifti (40′ Beldomenico), Formica M., Papadopulos (75′ Noudem), Aquilanti (94′ Puliti), Barconi (90′ Palazzi)
A disposizione: Sartini.
All. Cantani

Montemarciano Calcio 1926